viabregaglia homepage descrizione del percorso proposte e itinerari pubblicazioni e guide informazioni e prenotazioni


previous 1 - Chiavenna next

"Clavenna", la chiave delle Alpi, era sin dal tempo dei romani importante centro di transito verso il bacino del Reno.
Oggi č una fiorente cittadina turistica e culturale, con un centro storico ben conservato. Particolarmente interessanti, tra i musei, quello del Tesoro e l'ottocentesco Mulino di Bottonera; tra i parchi meritano una visita il Parco botanico-archeologico "Paradiso-Castellaccio" (accesso a pagamento) e quello delle "Marmitte dei Giganti" (accesso libero).

Museo del Tesoro
All'interno del suggestivo complesso di San Lorenzo, il museo conserva un vasto corredo di preziosi paramenti e arredi sacri, un rarissimo codice musicale dell'XI secolo e la famosa "Pace di Chiavenna": coperta di evangeliario dell'XI-XII se-colo in oro sbalzato, gemme e preziose miniature, capolavoro dell'oreficeria medievale.

Battistero di San Lorenzo
Ricavato da un unico blocco di pietra ollāre del diametro di 180 cm e alto 83 cm, risale all'anno 1156. Sull'orlo č scolpita una scritta che ricorda i nomi dei consoli dei due comuni (Chiavenna e Piuro) che commissionarono l'opera e quello dell'artista che la eseguė. L'altorilievo che decora la vasca, con la successione di personaggi simbolici, descrive la cerimonia del Sabato Santo, quando si benediceva l'acqua per il battesimo.

Mulino di Bottonera
Situato nel vecchio omonimo quartiere artigiano di Chiavenna, č un rarissimo esempio di architettura industriale integralmente conservata, dove ancora oggi č viva l'atmosfera del lavoro ininterrotto dei mugnai dell'800. Distribuito su quattro piani, offre la possibilitā di ammirare i vecchi impianti e gli straordinari manufatti in legno, costituenti le parti principali del vecchio opificio.

Parco botanico-archeologico del Paradiso-Castellaccio
Compreso nella pių ampia area protetta della riserva naturale "Marmitte dei Giganti", il parco botanico-archeologico "Paradiso-Castellaccio" offre la possibilitā di osservare molte varietā botaniche e numerosi reperti archeologici e storici e fenomeni di origine glaciale, nonché di godere di un'ottima panoramica sulla cittā e sulla valle.
E' anche possibile visitare il "Torrione", edificato sulle fondamenta di uno dei torrioni difensivi posti lungo le mura quattrocentesche che cingevano Chiavenna: vi č allestita la sezione naturalistica del Museo della Valchiavenna, con vetrine e diorami.
Possibilitā di visitare il Torrione con la sezione naturalistica della Valchiavenna.

Parco delle Marmitte dei Giganti
In un ambiente naturale affascinante, tra resti di antiche cave di pietra ollare e rocce incise, curiosi fenomeni di origine glaciale: rocce levigate e montonate, solchi, catini, ma soprattutto "marmitte dei giganti": pozzi delle pių svariate dimensioni scavati nella roccia dalle acque di fusione dei ghiacciai. La parola "marmitta" č il termine appropriato per indicare le cavitā circolari che da sempre i contadini vedevano nei boschi: la forma richiama la pentola e le dimensioni fanno pensare ai giganti.



back
Maloja Casaccia Vicosoprano Borgonovo Stampa Soglio Promontogno Bondo Castasegna Sentiero panoramico Sentiero panoramico Sentiero panoramico Traversata dei monti Savogno Villa di Chiavenna Piuro Chiavenna
site by gusme.it